Navigazione veloce
I.C. G. Vasi Corleone ( ex D.D. " C. F. Aprile"Corleone)

Circ. n. 149 – Prove Invalsi scuola primaria 2018

Comments off

PROGETTO: LATTE NELLE SCUOLE

PROGETTO: LATTE NELLE SCUOLE

La nostra istituzione scolastica ha aderito al programma europeo: Latte nelle scuole.

In Italia è presente un’ampia gamma di prodotti lattiero-caseari di qualità, il cui consumo offre molti vantaggi nutrizionali. Eppure proprio i consumi sono in continuo calo e nettamente al di sotto delle raccomandazioni. Il Programma Europeo Latte nelle scuole, grazie anche a distribuzioni gratuite di questi prodotti, intende accompagnare i bambini della scuola primaria in un percorso di corretta educazione alimentare, per insegnar loro ad inserire il latte e i suoi derivati (yogurt e formaggi) nell’alimentazione quotidiana, conservandone poi l’abitudine per tutta la vita. Il Programma è rivolto ai bambini di scuola primaria di età compresa tra i 6 e gli 11 anni e non comporta alcun onere per le scuole e per le famiglie.

Gli obiettivi che il programma si prefigge sono coerenti con le finalità della norma comunitaria che finanzia interamente il costo dell’iniziativa:

  • Promuovere il consumo di latte, yogurt e formaggi;
  • Informare sulle caratteristiche nutrizionali degli alimenti lattiero-caseari;
  • Creare occasioni di consumo collettivo durante le quali far conoscere, “saggiare e gustare” le diverse varietà e tipologie dei prodotti.

Il Programma è realizzato dal Ministero delle Politiche Agricole, in collaborazione con Unioncamere e alcune Camere di commercio italiane.

La referente Ins. Mara Misuraca

Comments off

PROGETTO “A TAVOLA CON SAN GIUSEPPE”

Anche quest’anno gli alunni della scuola Primaria dell’I.C. “Giuseppe Vasi” di Corleone hanno voluto esprimere alla comunità corleonese la propria religiosità e la devozione al Grande Patriarca San Giuseppe partecipando alla sua festa con l’antica e simbolica “Cantata degli Angeli” e con la tradizionale Tavolata allestita nei locali della scuola (ex Direzione Didattica). L’appuntamento annuale è, per tutta la scuola, un sentito e doveroso senso di ringraziamento per la protezione che, giornalmente e silenziosamente, San Giuseppe ci elargisce dall’alto del cielo. Lo scopo principale di tale iniziativa è quello di mantenere sempre viva una tradizione molto radicata nelle nostre zone, che rischia di perdersi nel tempo e che, pertanto, merita di essere conosciuta, valorizzata e diffusa, soprattutto nelle nuove generazioni. Quest’anno sono stati coinvolti gli alunni delle classi quinte (Sez. C-D-E)  e le classi di scuola Primaria a tempo pieno. Tutte le attività programmate e realizzate:  allestimento di una tavolata nella scuola a tempo pieno, la” Cantata degli Angeli”,  la documentazione sulla figura e sulle preghiere di San Giuseppe, i laboratori sulla preparazione del pane, svolti in alcune classi a tempo pieno, la ricerca e la selezione di Santine, la produzione di cartelloni murali, la realizzazione di gigli di carta da parte degli alunni delle classi quinte (sez. C-D-E), i messaggi portati dagli Angeli nel corteo e tutte le altre iniziative, sono state parti integranti di un bel progetto extracurriculare che ha avuto come referente l’insegnante Maria Lucia Di Miceli. Significativa ed interessante è stata la benedizione della Tavolata da parte di Don Luca, al quale tutto il personale docente e non docente e le famiglie degli alunni rivolgono un caloroso ringraziamento.  Coinvolgente è stato il corteo degli alunni, iniziato dopo la benedizione della Tavolata. Esso è stato avviato da un gruppo di tamburinai e da diversi bambini in veste di: Sacra Famiglia, Angeli, San Leoluca e San Bernardo ed è stato  chiuso  dagli alunni delle varie classi che, accompagnati dai relativi docenti, hanno sfilato fino alla Chiesa Madre, per partecipare alla celebrazione della Santa Messa e alla “Cantata degli Angeli” dai balconi del Palazzo Comunale.  Gratitudine va rivolta anche alle famiglie delle classi a tempo pieno per la preziosa disponibilità e per la collaborazione espressa nella preparazione delle pietanze, dolci e cibi tipici, devoluti a scopo benefico. L’intero progetto è stato vissuto da tutti i partecipanti (alunni, docenti, personale ATA e famiglie)  con particolare devozione e con grande gioia. Esso si è rivelato un importante e valido percorso  educativo e formativo soprattutto per il senso di collaborazione, di iniziativa e di disponibilità mostrate in ogni sua fase operativa. E stata una giornata intensa e ricca di emozioni e di soddisfazioni!

Autrici dell’articolo: Di Miceli Maria Lucia, Marino Filippa, Lanza Liboria

Comments off

MODELLO RICHIESTA CORSO FORMAZIONE AMBITO 21

Comments off

Graduatorie interne d’istituto provvisorie – anno scolastico 2017/2018

Comments off

Circ. n. 147 – Convocazione Straordinaria Collegio dei docenti

circ.n.145 convocazione straordinariacollegio aprile

circ.n.147 convocazione collegio aprile

Comments off

Circ. n. 144 – Trasmissione Piano della formazione docenti Ambito 21 II annualità

Comments off

Circ. n. 143 – Incontro Scuola-Famiglia Infanzia e Primaria

Comments off

GIORNATE FAI DI PRIMAVERA 2018

Sabato 24 marzo 2018, gli alunni delle classi quinte della scuola primaria, grazie all’invito del gruppo FAI della delegazione di Palermo e alla collaborazione del gruppo FAI di Corleone, hanno avuto l’opportunità di partecipare alla 26^ edizione delle Giornate FAI di Primavera 2018 (referente del progetto per la Scuola primaria l’insegnante Giuseppa Musso). A Corleone, quest’anno, il tema conduttore è stato Venerabili virtù. Storie di Santi e di Beati. I bambini delle classi, insieme ai ragazzi del Liceo scientifico Don Giovanni Colletto, hanno svolto la funzione di ciceroni, raccontando la storia e gli aneddoti di san Bernardo, san Leoluca e della Venerabile Madre Teresa di Cortimiglia attraverso i luoghi, gli oggetti e i dipinti che raccontano la loro vita esemplare e la loro fede. È stata un’esperienza di grande valore formativo e comunicativo, grazie alla quale i bambini hanno potuto conoscere e far conoscere siti storico-artistici, tradizioni religiose e agiografie di Corleone. Gli alunni, infatti, hanno studiato con impegno testi e materiali preparati dagli insegnanti, si sono esercitati quotidianamente per apprendere e comunicare le diverse informazioni e hanno recepito e condiviso i valori fondanti e le finalità del FAI, sentendosi parte attiva nella tutela e nel rispetto del patrimonio storico-artistico del proprio territorio. Significativo in tal senso è stato il momento in cui gli alunni hanno ricevuto la spilla del FAI, su cui ognuno ha aggiunto il proprio nome: lo sguardo di ciascun bambino è diventato subito serio per il gesto ufficiale, avvertito con un forte senso di responsabilità – e tradotto in una performance encomiabile – ma al tempo stesso denso di commozione e orgoglio per essere parte importante di un gruppo di alti valori civili e umani.

Comments off

Circ. n. 136 – “Vacanze” di Pasqua

Comments off

« Articoli precedenti